La nascita del Gruppo di Dialogo interreligioso per la Pace, costituitosi in maniera spontanea durante questi ultimi quindici anni, affonda le sue radici in una collaborazione tra persone appartenenti a comunità e associazioni religiose e laiche presenti nell'area urbana di Cosenza che già dal 2007 hanno iniziato informalmente a conoscersi e confrontarsi in più occasioni; tavole rotonde, incontri di preghiera, feste delle convivialità, conferenze, che hanno messo in relazione le varie fedi operanti sul territorio.

Varie fasi hanno contraddistinto la formazione di questo Gruppo per come è attualmente; nel 2011 il SAE – Gruppo di Cosenza promuove una serie di incontri interreligiosi coinvolgendo l’IBISG (Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai), la comunità Baha’i e quella islamica intessendo pazientemente una rete che in breve tempo ha stretto le sue maglie. Anche l’Amministrazione Comunale, nello stesso anno, ha riconosciuto, con delibera, la formazione del GLR, ovvero Gruppo di Lavoro sulle Religioni. In seguito, questa rete si è ampliata ancora estendendosi all’Ass. Stella Cometa, alla Commissione Diocesana Migrantes e al MO.C.I., che diventano presenze costanti del Gruppo. Da allora, lentamente ma con tenacia, il Gruppo ha consolidato le sue basi attraverso numerose occasioni di dialogo e di conoscenze nelle quali le varie comunità hanno avuto modo di aprirsi e conoscersi sempre meglio.

Oggi il Gruppo interreligioso di Dialogo per la Pace è composto da Cristiani, Buddisti, Musulmani e Baha’i, ed è impegnato a perseguire una serie di obiettivi importanti. Uno di questi è la possibilità di usufruire, all’interno dell’Ospedale Civile di Cosenza, di uno spazio in cui i credenti di diverse fedi religiose possano pregare secondo il loro credo. Un luogo interculturale dove chiunque possa esprimere la sua fede in un momento così particolare come quello in cui si trova chi è ricoverato per problemi di salute. Uno spazio neutro, laico, non caratterizzato confessionalmente, aperto a tutti ed a disposizione di quanti lo richiedano. A tal fine è stata prodotta opportuna richiesta al Direttore Generale dello stesso nosocomio che ha espresso la sua disponibilità alla individuazione di questo spazio interreligioso da adibire a «Stanza del Silenzio»

Altro obiettivo è quello della realizzazione di un incontro di preghiera interreligiosa mensile per dare continuità alle attività del Gruppo. Prendendo spunto dalla data simbolica del 27 ottobre del 1986 quando Papa Giovanni Paolo II° invitò ad Assisi i leader religiosi di tutto il mondo per pregare insieme alla realizzazione della pace ed in sintonia con l'invito fatto da Papa Francesco nel corso dell'ultimo incontro interreligioso tenutosi ad Assisi nella ricorrenza del 30° anniversario della prima adunanza il Gruppo dal mese di febbraio 2017, organizza incontri interreligiosi di preghiera per la pace il 27 di ogni mese.